La Ragazza Straniera

L’amore, le amicizie, le delusioni e le sconfitte ci fanno maturare, ci fanno crescere spiritualmente e ci fanno capire quali sono i veri valori!

“C’e una grande differenza tra un uomo che ti vuole e un uomo che farebbe di tutto per averti”- lettera da un’amica

12063442_1021991947822297_7119791971363272348_n
Nella vita di una donna ci saranno sempre più uomini. Perché una bella donna è sempre desiderata. Quello che molti non capiscono e che una donna va’ conquistata e tenuta.

Della parte della conquista non ti parlerò perché è troppo semplice e categoricamente molto meno importante rispetto alla parte in cui il tuo uomo lotterà per tenerti vicino.

Se questa lettera finirà nelle mani di un estraneo e nel leggerla alzerà sorpreso le sopracciglia, voglio sottolineare il fatto che devi lottare per tenere una donna accanto.
Si, naturalmente ci sono anche donne che si conquistano e si mantengono facilmente, donne che non chiedono molto. Esse di solito ti chiedono una serata in discoteca, o un mazzo di rose per San Valentino perché questo hanno visto dalle amiche. Io non le definirei “donne”, ma “ragazze ingenue”. E a te, cara mia amica, ti scrivo per dirti che tu devi chiedere di più…perché meriti di più!
Non ti accontentare di un uomo che ti desidera solo perché sei bella e delicata. Non ti accontentare di un uomo che ti può offrire ricchezze materiali. Un uomo che motiva tutti gli errori con un “Ma io ti amo”. No, cara mia! Se vuoi ricevere tanto, non dimenticare di chiedere tanto! Lotta per farti rispettare. Si, esistono uomini che rideranno per questo, ma, credimi, quello giusto apprezzerà il fatto che non ti ha già dopo la prima settimana.
Un uomo non si conquista attraverso il sesso. Non un uomo da cui dopo vorrai ottenere il rispetto e sincero apprezzamento. Fare l’amore con la mente di un uomo, scoprire gli angoli più nascosti e conoscere le sue idee, questo significa costruire un rapporto.

Fatti amare per la tua mentalità, per l’anima e poi per il tuo corpo.

Perché, cara mia, c’è una grande differenza tra l’uomo che ti vuole e l’uomo che farebbe di tutto per averti. E forse non lo capirai adesso perché non hai ancora incontrato l’uomo giusto, ma aspetta.

Lui esiste, sempre.

Solo che tu a volte sei troppo ingenua e ti arrendi davanti a coloro che mostrano la loro ammirazione con grandi parole e sfavillanti regali. L’uomo che ti desidera non si apre già dal secondo incontro. Lui non ti spoglierà con gli sguardi sin dal primo ballo. Invece, lui si mostrerà più freddo, inaccessibile e vorrà conoscerti, non solo per averti qualche notti.
Lasciati conquistare difficilmente e lotta per dimostrare che sei diversa. Fallo innamorare di te, quella vera, non della donna che esce sempre sistemata. Fagli vedere il tuo viso senza trucco e la tua anima. Parlagli dei tuoi sogni e le tue ambizioni e vedi se sarà disposto a sostenerti. E no, non parlo del sostegno finanziario, ma del fatto che lui sarà il tuo appoggio un domani quando le cose non andranno bene e sarà la mano che ti aiuterà ad alzarti quando sarai giù. Fagli vedere che hai personalità, idee e speranze. Mostrati come sei! E se non ti amerà per questo, non è lui quello giusto.
Sii la sua donna. Sii sincera e digli tutto ciò che hai dentro. Non lo fare ingelosire con altri uomini e non sospettare che sia infedele. Presentalo alla ragazzina che sei stata, la femmina che sei e alla donna che diventerai un giorno. Quando un giorno le cose andranno male, sii la mano che lo accarezza e il bacio sulla fronte corrugata.

Sii la fidanzata, la moglie, la mamma, la sorella, l’amica e la sua amante.

Non temere dei vostri silenzi bellissimi e non riempire tutti i momenti con parole senza senso. Non chiedere doni materiali, solo amore sincero.
Assicurati che ti ami per tutto ciò che non fai vedere al mondo intero, ma che lui conosce già. Assicurati che il tuo sogno è anche il suo e che sarai accanto a lui in tutto quello che vorrà fare.

Solo allora saprai di aver trovato non solo un uomo disposto a conquistarti, ma uno che ti vuole accanto per tutta la vita!

Articolo: https://blogpentrusuflet.ro/2015/01/30/este-o-mare-diferenta-intre-barbatul-care-te-vrea-si-barbatul-care-ar-face-orice-sa-te-aiba-scrisoare-de-la-o-prietena/

Lascia un commento »

CI SONO DONNE che si sentono profondamente diverse…

12049617_970559056339756_578355363342115944_n

Ci sono donne che si sentono profondamente diverse.
Diverse perchè i loro desideri non sono quelli di tutte le altre.
Diverse perché non si esprimono come tutte le altre.
Diverse perché vorrebbero andare in posti diversi da tutte le altre.
Diverse perché non pensano e non sentono come tutte le altre.

Queste donne si sentono così diverse da pensare di essere sbagliate. “Cos’ho che non va ?” si chiedono qualche volta con le lacrime agli occhi. “Perché sento queste cose?” si domandano sbigottite. Vorrebbero trasformarsi in quello che non sono. Ma non succede. Perché c’è una voce dentro di loro che parla e dice
“Vai da un’altra parte”, “Segui un’altra strada”.

E’ la voce delle ali di farfalla. Sono ali che spesso le donne non sanno di avere. Perché non le vedono. Sono dietro di loro. Sono proprio quelle ali a renderle diverse: speciali.

Sono quelle ali che le spingono a volare nessuno vola.

A cercare dove nessuno cerca.

A sperare dove nessuno spera.

A cantare dove nessuno canta.

Ad amare dove nessuno ama.

Sono ali grandi e maestose, dei colori della notte e del giorno. Sono cariche di promesse quelle ali. Basta muoversi verso la direzione in cui ti spingono, per iniziare a volare verso spazi misteriosi, ricchi di promesse tutte da scoprire….

Simona Oberhammer – La via femminile

Lascia un commento »

Un fratello o una sorella sono i primi amici della vita.

family-is-not-an-important-thing

Nessuno può capire la vostra pazza famiglia come tuo fratello o tua sorella. Anche se non ci si incontra o non si parla quanto si dovrebbe, rimangono sempre e comunque tuoi amici. Ti tengono la mano per un po’ e il cuore per sempre… 

A volte essere un fratello è ancora meglio che essere un supereroe.

 A stare tra sorelle e fratelli si può continuare a essere bambini in eterno.

A volte non lo/la sopporti, non lo/la capisci. Ci discuti, ci litighi, ci fai persino a botte. Ma poi ti rendi conto di quanto sia stato stupido e ridicolo tutto ciò. Perché per quanto rancore puoi provare, in fondo sai che senza di lui/lei non puoi stare e che nessuna incomprensione potrai mai separartene. Perché l’amore per tuo fratello/tua sorella è un legame troppo forte per essere spezzato. Perché l’affetto che nutri nei suoi confronti non può essere esaurito. Perché la sua presenza rende più magica la tua esistenza. 

“Per te sarò quel raggio di sole che ti riscalderà il cuore anche nelle notti fredde d’inverno…”

La vita vi dividerà prima o poi, se non sarà questo sarà qualcos’altro. Ma anche se sarete distanti, anche se sarete lontani, sarete sempre fratelli. Qualche volta lo si dimentica, lo si da per scontato, ma ci si rincontrerà tutti un giorno, ovunque uno sia…

WEB

Lascia un commento »

Donna, tu meriti di più

Donna, tu meriti molto di più.

Meriti tutto l’amore e tutti gli abbracci. Meriti di svegliarti tranquilla la mattina senza ansie, perchè tutto ciò di cui hai bisogno è vicino a te. Non meriti di soffrire. Non meriti di vivere col pensiero costantemente al passato. Meriti di avere una persona accanto nella quale poter aver fiducia. Non ti devi trascurare.

Donna, tu meriti di essere amata.

Meriti di non aver paura del futuro e meriti di sapere con certezza che qualsiasi cosa accada nella tua vita lo avrai sempre vicino. Non meriti di essere ignorata quando chiedi un pò d’attenzione e in cambio ricevi solo indifferenza. Meriti una famiglia bellissima con bambini felici e sereni e grazie a loro tu avrai un sorriso stampato in faccia perenne. Meriti attenzioni. Meriti quello che vorresti così tanto, ma che nessuno è disposto a offrirti.

Tu meriti un uomo che sappia quanto vali.

Non ti meriti tutti i litigi, l’indifferenza e i suoi silenzi. Meriti di vivere l’amore, non solo di sognarlo. Meriti di essere capita e ascoltata e a tua volta vuoi ascoltare. Meriti di avere un dialogo. Dovete avere cura l’uno dell’altra.

Meriti l’amore sincero.

Articolo: http://devorbacutine.eu/femeie-tu-meriti-mai-mult/

Lascia un commento »

“Oggi mi manca”- lettera da un uomo

tumblr_mqung67qnK1qb9xi9o1_500

Oggi sono stanco di aspettare. Forse è sbagliato dire che aspetto. Non puoi aspettare qualcuno se sai che non tornerà mai più, vero?
Ho spento il cellulare perché non voglio sapere più niente di nessuno. L’ho messo in un angolo sulla scrivania di legno e ho guardato la stanza. La sento ancora come diceva che questa stanza piccola, con i muri bianchi è di un ordine insopportabile. Non ho spostato nulla da allora perché in ogni singolo angolo c’è un ricordo.
Ricordo tutti i momenti del nostro ultimo inverno insieme. La vedo come veniva dal bagno, correndo a piedi nudi sul pavimento freddo del corridoio, come apriva veloce la porta e si metteva vicino il termosifone. Poi, dopo che stava attaccata lì, saltava dicendo che sentiva troppo caldo. Io ridevo e la guardavo. Era così bella con i suoi capelli arruffati e il suo pigiamino rosa, con personaggi dei cartoni animati. Lei indossava la carica dei 101 dalmata con tanta delicatezza come se avesse indossato un abito costoso.
Accesi la sigaretta e cominciai a camminare. Adesso il paese dove sono cresciuto e che era intriso di ricordi si riduce soltanto a quattro giorni di dicembre. Sento che prima non c’ero, che doveva arrivare lei per darmi vita.
Cammino piano per il ponte di legno su cui lei temeva tanto camminare. Esattamente come un gattino spaventato. Adesso c’è caldo. Lei se ne era andata da tanto tempo. Ho imparato a vivere senza di lei, senza amarla più. Ogni tanto, ho provato a sostituirla con altre donne. Non ci sono riuscito. Tutte mi hanno rimproverato di essere stato troppo freddo, troppo distaccato. Ho detto che ero fatto. Ho mentito. Accanto a lei sarei rimasto incollato e non mi sarei mai stancato di baciarla.
Sono stato nervoso, oroglioso, idiota. L’ho buttata tra le braccia di un altro uomo. Ogni volta che lei mi diceva piangendo che la ferivo, io continuavo. Mi rimproverava che non aveva la libertà di scegliere, che io sono il padrone di tutto ciò cge le riguarda. Diceva che non gli dava fastidio, perché mi amava, però che ogni tanto avrebbe voluto assaggiare la vita. Io ero talmente egoista che interpretavo i suoi motivi come vie di fuga. La guardavo come un nemico. Non avevo più fiducia in lei.
Così ho deciso di tagliarle le ali. Era come una bambola di argilla ed io la dovevo rimodellare. Lei mi diceva che stavo sbagliando, che l’amore non si può modellare.
Un giorno si è stancata di darmi spiegazioni. Era stanca di amarmi, così come sono io adesso, stanco di cercare. Se potessi salirei adesso sul treno e andrei a cercarla. Però so’ che è troppo tardi, che busserò invano.
Quel giorno sono andato via senza guardare indietro. L’ho lasciata piangendo. Quel giorno nulla contava. Io volevo una donna creata da me. Non ho creato una donna, ma un mostro…
E’ rinata esattamente come una fenice, dalle proprie ceneri. Ogni tanto sento qualcosa di lei. Ogni tanto la cerco e provo a parlarle. Mi imbatto in un muro di freddezza e mi dice che io l’ho fatta diventare così.
Le ho detto che anche dopo tanto tempo non l’ho potuta dimenticare, che probabilmente se’ l’avessi baciata di nuovo sarei morto. Lei non prova niente. A volte mi arrabbio e divento orgoglioso, dicendo che sono state solo parole, che non l’ho amata, che ho scoperto l’amore solo adesso e che sono nervoso con me stesso perché ho detto tante volte di amarla. Come se volesse uccidermi completamente, mi dice che è contenta per me e la vedo dicendomi tutto sorridendo e con sincerità. Questo mi uccide! Il fatto che lei abbia superato tutto e io sono ancora qua, aspettando un miracolo.
Sono stato un idiota ai tempi e sono un idiota adesso. L’ho spinta verso un altro amore, adesso sono arrabbiato con lei perché non è rimasta bloccata come me nel passato. L’ultima volta quando ho parlato con lei mi ha detto che lei ha amato l’uomo che le ho fatto credere di essere, adesso non prova più niente per me, sono solo un estraneo. Fa male a maggior ragione sapere che è vero. Ho giocato con la sua vita e con la mia, ho voluto credere che potevo modellare qualcosa.
Oggi, i ricordi non sono più così vivi e ho bisogno di giorni come questo per stare da solo e pensare. Ma quell’inverno rimarrà per sempre nella mia testa, come uno spazio dove posso tornare quando voglio e posso cambiare tutto, con l’immaginazione. Quello che fa più male adesso è che io non ho amato una maschera, ma una donna che si è spogliata e si è fatta vedere per quello che era. Oggi, amo un ricordo.

Articolo: https://blogpentrusuflet.ro/2015/06/28/astazi-mi-e-dor-de-ea-scrisoare-de-la-un-barbat/

Lascia un commento »

Abbi fiducia, sii te stessa!

10155894_780899821950599_2351467298698348855_n

Spesso la strada più dura offre le gioie più grandi. Saprai apprezzare di più le cose, andrai avanti da sola e sceglierai le persone di fiducia in base alle loro azioni.

Niente ti rende più felice che un risultato ottenuto grazie al duro lavoro e alla pazienza.

E’ successo sentirti esclusa, hai mai avuto l’impressione che stai lottando contro tutti con il rischio di perdere tutto?

Non sai come e perché, ma sei riuscita alzarti sempre  e andare avanti.

Ricordati che indipendentemente la gente, devi rimanere una persona modesta e buona, devi riuscire a goderti tutto senza vantarti e lottare in silenzio per i tuoi sogni, accettando l’aiuto degli altri senza giudicare l’assenza delle persone che si sono nascoste nei momenti più difficili.

Non giudicare mai nessuno, vai avanti per la tua strada.

Articolo: http://eusuntfemeie.com/2014/06/02/fii-increzatoare-fii-tu/

2 commenti »

Benvenuto, Ottobre!

27

 

Amo l’autunno perché mi da la possibilità di ascoltare i miei pensieri.
Mi lascia piangere, dimenticare, sognare, credere, sperare e sopratutto AMARE.
Amo l’autunno, perché la mia anima guarisce le ferite, perché e l’unico periodo in cui si sente il rumore delle foglie, perché non sta in silenzio, perché grida i suoi pensieri attraverso il vento e la pioggia.
Poter ballare sotto la pioggia, sentire e odorare la freschezza dell’aria, aver il potere di volare in ogni sogno a prescindere dal vento o tempesta, vivere la realtà e sognare è meraviglioso.
Toccare le emozioni, nutrire l’anima di sorrisi, mantenere viva la gente che è in grado di capire tutto, vivere e sentire la vita per quello che è.

Non smettere di sognare e sperare solo perché gli altri sono stanchi.

La solitudine è come un autunno freddo e piovoso. Tutti scappano di lei, non sapendo però che a volte per trovare il rifugio perfetto dobbiamo correre sotto la pioggia.

Benvenuto, Ottobre!

Lascia un commento »